Get Adobe Flash player

RESPONSABILITA' CIVILE DIRETTA DEL GIUDICE VERSO LA PARTE?

Oggi già il giudice è responsabile civilmente, ma chi si ritiene danneggiato deve far causa allo Stato che, se perde, può rivalersi nei confronti del giudice; è il sistema indicato in sede europea; il progetto di legge approvato ieri alla Camera dei deputati prevede invece la causa diretta del cittadino verso il giudice.

 

RIFLESSIONI SUL FUTURO
Ho udienza di locazioni, qualcuno chiede lo sfratto, e magari quelle poche centinaia di euro al mese servono per vivere un pò meglio; qualcun'altro riceve l'intimazione, e magari non ha i soldi per pagare perché ha perso il lavoro, e quella però è la CASA dove vive con moglie e bimbi, e si oppone invocando incertezze sulla data del contratto.
Vengono dinanzi a me, e trattandosi di locazione per uso abitativo devo verificare se il contratto è valido oppure no, quando è stato registrato, se si applica ancora la legge 392/78 (quella detta dell'equo canone), oppure la 431/98, sulle locazioni abitative a canone libero, e poi se la disciplina per la registrazione è quella della cedolare secca 2011 ovvero della finanziaria 2005; in questo frangente l'attore (si chiama così, ma non sta recitando ... è presente in udienza, e mi pare serissimo), col suo avvocato, insiste per ottenere subito la "convalida" o quantomeno ordinanza provvisoria di rilascio; sa bene, ché il suo legale non manca di evidenziarlo, che altrimenti devo invitarli a promuovere la MEDIAZIONE, che qui è obbligatoria, prima di proseguire col giudizio di merito, e chissà quanto tempo ci vorrà poi.
L'altro, ovviamente, contesta, mi guarda con sguardo .... arrabbiato, e dice di essersi già rivolto all'Agenzia delle Entrate per far rilevare le irregolarità.
Il Locatore, sempre più teso anche lui, parla sottovoce al suo avvocato, il quale mi dice: "ma non sta provando nulla".
Io, li da solo, anzi, in compagnia del mio ruolo di centinaia e centinaia di cause, tra leggi diverse che si sono succedute via via negli anni senza raccordo, intepretazioni oscillanti della giurisprudenza, il diritto di proprietà, il diritto di abitazione, e - ora - la responsabilità diretta, dovrò decidere; con serenità di giudizio ?
Boh, quest'ultima mi sa che non esiste più .................
Giuseppe De Gregorio, giudice a Palermo
Share