Get Adobe Flash player
Pubblichiamo le notizie sui lavori del CSM della settimana inviate dai nostri Consiglieri Fici, Aghina ed Arbasino Nuova pagina 1

PLENUM

DISTINZIONE TABELLARE GIP/GUP

A seguito di una serie numerosa di rilievi all’organizzazione tabellare del Tribunale di Roma, che aveva disposto una suddivisione interna e numericamente equivalente tra g.u.p. e g.i.p. (secondo un modulo organizzativo adottato nel Tribunale di Torino), il plenum ha disposto il ritorno in commissione della pratica.



ENDOGAMIA REQUIRENTE

Rispondendo ad un quesito posto dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Larino, il Consiglio ha statuito che non possono essere coassegnati procedimenti penali a magistrati uniti da vincoli di coniugio, né che l’uno possa essere designato in sostituzione dell’altro.



NOMINE DIRETTIVI

Avvocato Generale presso la Corte di Cassazione: il plenum ha conferito all’unanimità l’incarico direttivo in questione al dott. DOMENICO IANNELLI (sost. Proc. gen. Cass.).

Presidente del Tribunale di Tolmezzo: Al termine di un vivace dibattito, per l’incarico direttivo è stato designato dal plenum il dott. ROBERTO COPPARI (giudice del trib. di Belluno) che ha riportato al ballottaggio 11 voti (Mammone, Lo Voi, Riello, De Nunzio, Stabile, Primicerio, Buccico, Spangher, Ventura Sarno, Marotta, Schietroma), rispetto ai 9 voti (Movimenti + M.D., Tenaglia) riportati dal dott. ALBERTO DE ALESSANDRI (cons. app. Genova); astenuti: Berlinguer, Di Federico, Favara, Meliadò, Rognoni.

La vicenda merita qualche commento supplementare per la singolarità dell’iter che ha condotto alla prevalenza del dott. COPPARI, che ha avuto come epilogo anche un ribaltamento di un voto espresso in commissione da parte del cons. Riello (indice di una metodologia diretta a privilegiare le istanze particolari dei colleghi rispetto all’interesse del servizio), ma anche perché a nostro avviso si sono immotivatamente disattese le indicazioni contenute nelle relazioni dei C.G.

In sintesi la pratica di conferimento dell’ufficio direttivo di Presidente del Tribunale di Tolmezzo era all’ordine del giorno del plenum già da qualche settimana, ma veniva rinviata a maggioranza poiché il dott. DE ALESSANDRI (per cui aveva votato in commissione il cons. Riello) aveva richiesto anche il conferimento dell’incarico di Presidente del Tribunale di Alba (evidentemente più gradito).

Ottenuta la proposta (peraltro non unanime, v. infra per quanto riguarda l’attività della quinta commissione), e nell’impossibilità di revocare ormai la domanda per Presidente del Tribunale di Tolmezzo, il cons. Riello invertiva in sede di voto la precedente preferenza, esprimendosi in favore del dott. Coppari, motivando esplicitamente il voto con la volontà di favorire il conferimento al dott. De Alessandri dell’incarico di Presidente del Tribunale di Alba.

Lo seguivano tutti i consiglieri di Unicost (con eccezione del cons. Meliadò, astenuto).

Votava invece per De Alessandri il cons. Tenaglia, evidentemente non dimentico di una pregressa valutazione negativa espressa in merito al dott. Coppari da parte del C.G. di Venezia, in cui, a seguito della reiterata proposizione di tabelle in violazione della circolare consiliare, si stigmatizzava “…la sua profonda convinzione dell’inefficacia della predisposizione di criteri obiettivi e predeterminati… e la sua determinata preferenza per l’affidamento del compito al prudente apprezzamento del capo dell’ufficio..”.

Abbiamo dovuto rilevare sia stata sostanzialmente trascurata dalla (consueta) maggioranza del Consiglio una così grave indicazione inerente specificamente alla materia tabellare (e quindi alle attitudini organizzative del candidato).

Va ricordato come una valutazione negativa era stata in precedenza espressa anche in ordine al dott. De Alessandri, ma relativamente ad una prassi (quella di prolungare le sue udienze monocratiche sino in ora serale, determinando particolare disagio alle parti ed ai testimoni), che ci è sembrata di gravità sicuramente inferiore rispetto alle caratteristiche segnalate quanto al dott. Coppari, e per di più non direttamente riferibile all’esercizio di mansioni direttive.

Presidente del Tribunale di Modena: il plenum ha designato il dott. MAURO LUGLI (Pres. sez. Trib. Modena) che ha nettamente prevalso rispetto al dott. SCUTELLARI (Presidente del tribunale di Arezzo), che ha riportato solo 3 voti (Aghina, Arbasino e Fici).

I consiglieri del Movimento hanno espresso il loro voto in favore del dott. Scutellari in considerazione della sua positiva e prolungata esperienza in un incarico direttivo, che ha denotato una capacità organizzativa “testata” sul campo, di cui l’altro candidato non risultava essere provvisto, ed anche in considerazione di un rilievo disciplinare (peraltro concluso con l’assoluzione del dott. Lugli) che evidenziava comunque un considerevole ritardo nel deposito dei provvedimenti.



CONFERIMENTO FUNZIONI AGLI UDITORI GIUDIZIARI

Nel corso dell’esame di una pratica “di routine” relativa al conferimento delle funzioni giurisdizionali agli uditori giudiziari che tra breve sceglieranno la sede, sono state avanzate da alcuni consiglieri laici del Polo (poi astenutisi in sede di voto) severe considerazioni critiche sulla metodologia concorsuale.

In particolare è stata denunciata la singolarità di una valutazione complessiva di idoneità alle funzioni all’esito del tirocinio, pur in presenza di un esito concorsuale di minima sufficienza, per arrivare a prospettare un’apodittico “progressivo, pesante decremento della qualità professionale degli uditori degli ultimi concorsi”.

Si è trattato di affermazioni gravi (e infondate) che sono state decisamente contrastate in sede di discussione dai consiglieri intervenuti nel dibattito (v. ad es. l’intervento del cons. Fici, che ha ricordato lo spirito di abnegazione ed il rilevante contributo offerto alla giurisdizione in Sicilia proprio dai giovani colleghi non certamente collocati nelle prime posizioni della graduatoria del concorso).

Si segnala ai giovani colleghi l’ascolto della discussione in plenum del 5 marzo nel sito attraverso il nostro sito ( www.movimentoperlagiustizia.it ) nella sezione "CSM-Audio".



AMMISSIONE AL SEMINARIO ORGANIZZATO DALL'ECOLE NATIONALE DE LA MAGISTRATURE SUL TEMA CRIMINALITE' ORGANISEE ET EVOLUTION DE SES MANIFESTATIONS (PARIGI 10/11 MARZO 2003).

Sono stati ammessi i seguenti colleghi:

1.FILIPPELLI Pierpaolo, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Catania;

2.MINASI Marcello, Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Messina;

3. MANFREDDA Carmen, Procuratore presso il Tribunale di Vigevano;

4.MIELE Domenica, giudice del Tribunale di Napoli;

5.NATOLI Gioacchino, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Palermo;

6.SABELLA Marzia, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Palermo;

7.CAPPUCCIO Daniele, giudice del Tribunale di Reggio Calabria;

8.LAUDATI Antonio, Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia;

9.LOTTI Lucia, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Roma;

10.DE FRANCESCHI Paola, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Padova.

e in lista di attesa:

a) ALLEGRO Anna, giudice del Tribunale di Salerno;

b) CONTE Mario, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Brescia;

c) INGROIA Antonio, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Palermo.



NOMINA REFERENTI PER LA FORMAZIONE DECENTRATA

Queste le nomine dei formatori, per i distretti di Firenze e Venezia:

DISTRETTO DI FIRENZE

ALBAMONTE Eugenio Sost.Proc.Trib. Grosseto penale

DE FRANCO Luigi Giud.Lav.Trib. Firenze civile

DRAGO Fabio Massimo Pres.Sez.Lav.C.A. Firenze civile/lavoro

PRODOMO Fernando Sost.Proc.Trib. Firenze penale

TERRUSI Francesco Giud.Trib. Lucca civile

DISTRETTO DI VENEZIA

BALLETTI Cinzia Giud.Lav.Trib. Padova civile/lavoro

CELENTANO Aldo Sost.Proc.Trib. Verona penale

CORDER Paolo Giud.Trib. Venezia civile

NAPOLITANO Luisa Sost.Proc.Trib. Treviso penale



PROGETTO GROTIUS SU - LA COOPERAZIONE GIUDIZIARIA IN MATERIA PENALE: LE PROBLEMATICHE DI LINGUAGGIO GIURIDICO (FRANCESE E INGLESE)



Questo l’elenco degli ammessi



CORTE DI APPELLO DI ANCONA

PACI Daniele Ingl.

GARULLI Monica Fr.



CORTE DI APPELLO DI BARI

CALIA DI PINTO Rosa Ingl.

IACOVONE Maria Fr.

ANNUNZIATA Rosa Fr.
MIGNOLO Olga Fr.


CORTE DI APPELLO DI BOLOGNA
GIOVAGNOLI Paolo Ingl.
GUERRA Mariaemanuela Ingl.
PESCATORE Orazio Ingl.

ZINCANI Vito Fr.


CORTE DI APPELLO DI BRESCIA
BONARDI Silvia Ingl.
DE RISI Valeria Ingl.
TIBALDI Angelo (lista di attesa) Ingl.

CONTE Mario Fr.

LOCATELLI Giuseppe Fr.


CORTE DI APPELLO DI CAGLIARI
MANGANIELLO Maria Fr.
SASSARI - SEZ. DISTACCATA DI CORTE DI APPELLO
PORCHEDDU Giovanni Ingl.


CORTE DI APPELLO DI CALTANISSETTA
GUERELLO Clara Ingl.

NICOLETTI Fabrizio Ingl.

SUTERA Sardo Alessandro Fr.


CORTE DI APPELLO DI CATANIA
DI PIETRO Giuseppe Ingl.
SISCARO Gaetano Ingl.

FRIZILIO Antonella Fr.



CORTE DI APPELLO DI CATANZARO
LANDOLFI Debora Ingl.
TORIELLO Michele Ingl.

PINTO Margherita FR.


CORTE DI APPELLO DI FIRENZE
PETRAGNANI GELOSI Gianluca Ingl.

GLIOZZI Fabio Fr.


CORTE DI APPELLO DI GENOVA
MARCHESIELLO Michele Ingl.

PELLEGRINI Fr.

PIACENTE Nicola Fr.

TAMBORINI Leonardo Fr.


CORTE DI APPELLO DI LECCE
LIGUORI Laura Ingl.

D'AMATO Nicola Fr.

TARANTO - SEZ. DISTACCATA DI CORTE DI APPELLO
MONTANARO Pina Ingl.


CORTE DI APPELLO DI MESSINA
FAZZI Liborio Ingl.


CORTE DI APPELLO DI MILANO
COSTA Donata Patricia Ingl.

NESSI Vittorio Luigi Fr.

PIZZI Anna Maria Fr.

PRADELLA Grazia Rosalba Fr.
SICILIANO Tiziana Fr.


CORTE DI APPELLO DI NAPOLI
AMODIO Massimo Ingl.

CAPPIELLO Patrizia Fr.
CAPASSO Filomena Ingl.

PAESANO Maria Laura Fr.

NOCERA Andrea Ingl.

SCALFATI Eva Fr.


CORTE DI APPELLO DI PALERMO
INGOGLIA Marina Carmela Ingl.

DAVICO Alberto Fr.
LICATA Fabio Ingl.

PADOVA Pierangelo Fr.



CORTE DI APPELLO DI PERUGIA
CRISTIANI Beatrice Ingl.


CORTE DI APPELLO DI POTENZA
GENTILE Ilaria Ingl.

SANTUCCI Silvia FR.


CORTE DI APPELLO DI REGGIO CALABRIA
CREAZZO Giuseppe Ingl.


CORTE DI APPELLO DI ROMA
PICOZZI Pierluigi Ingl.

GARGIULO Raffaele FR.

TESCAROLI Luca Ingl.

MARINELLI Felicetta Fr.

GIAMMARINARO Maria Grazia Ingl.


CORTE DI APPELLO DI SALERNO
CRITELLI Daniela Ingl.

MINERVA Maria Chiara FR.


CORTE DI APPELLO DI TORINO
AUSIELLO Sandro Ingl.

BAGGIO Giordano Ernesto Fr.

GIANOGLIO Marco Pier Maria Ingl.

BURDINO Gianfranco Fr.

GRAMOLA Eugenio Fr.
TAMPONI Paolo Cesare Fr.
TINTI Bruno Fr.


CORTE DI APPELLO DI TRENTO
CUCCARO Michele Ingl.
BOLZANO - SEZ. DISTACCATA DI CORTE DI APPELLO
KAPPELLER Armin Ingl.


CORTE DI APPELLO DI TRIESTE
ALESSIO VERNI' Paolo Ingl.

TEATINI Maria Elena FR.


CORTE DI APPELLO DI VENEZIA
DE BIASI Iuri Ingl.

MOTTA Maria Cristina Fr.

VALGIMIGLI Priscilla Fr.


CORTE DI CASSAZIONE
MARTUSCELLO Vittorio Ingl.

MONETTI Vito Fr.



DIREZIONE NAZIONALE ANTIMAFIA
MELILLO Giovanni Pio Luciano Ingl.


FUORI RUOLO - MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
BARBIERI Vincenzo Ingl.

NICASTRO Giuseppe Fr.




ATTIVITA' COMMISSIONI

PRIMA COMMISSIONE

E' proseguita la audizione del procuratore Cordova e con la prossima audizione del 12.3.03 si pensa di giungere alla conclusione dell'adempimento.

Si è proceduto alla audizione del PG di Palermo Celesti e del Procuratore Grasso nell'ambito del procedura. aperta su richiesta del Consigliere Di Federico, riguardante i comportamenti dei Procuratori Aggiunti Lo Forte e Scarpinato in relazione alla gestione del collaboratore di giustizia Giuffrè. Nel corso della presente settimana la commissione assumerà le sue determinazioni.



TERZA COMMISSIONE

Prosegue l’impegno della commissione diretto a selezionare il maggior numero possibile di sedi vacanti da pubblicare nel prossimo bollettino per i tramutamenti ordinari.

Ad onta degli impegni declamati nel corso della campagna elettorale, in cui veniva indicata la naturale destinazione dei magistrati nelle aule di giustizia e non negli uffici del ministero, continuano a pervenire presso la terza commissione numerose richieste per il collocamento fuori ruolo di colleghi da destinare a mansioni amministrative presso il ministero.

Al momento pendono in commissione ben venti domande del genere (tra cui quella del dott. Giuseppe Adornato, p.m. a Palmi) e tre relative alla destinazione a commissioni parlamentari



QUINTA COMMISSIONE

Per l’incarico direttivo di Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trento la commissione ha proposto all’unanimità (6 voti) il dott. STEFANO DRAGONE (Presidente del Tribunale di sorveglianza di Venezia).

Per l’incarico direttivo di Presidente del Tribunale di Alba è stato proposto all’unanimità (6 voti) il dott. AGOSTINO TRIMINI’ (sostituto procuratore generale presso la Procura Generale di Torino).

Per l’incarico direttivo di Presidente del Tribunale di Saluzzo sono stati proposti: con 3 voti (Mammone, Riello e Schietroma) il dott. ALBERTO DE ALESSANDRI (cons. app. Genova), con 2 voti (Aghina e Menditto) il dott. ANIELLO MOSCA (pres. sez. trib. Asti), astenuto Buccico.

Terminate le audizioni per l’incarico di Procuratore della Repubblica di Terni (CARLO MARIA SCIPIO, ANTONIO FRANCESCO LAROSA e FAUSTO CARDELLA), per la prossima settimana sono calendarizzate le audizioni per il conferimento degli incarichi direttivi di Procuratore della Repubblica di Treviso e di Presidente del Tribunale di Spoleto.



Da rilevare come il ministro della Giustizia abbia chiesto al C.S.M. di modulare differentemente il “concerto” previsto in sede di designazione degli aspiranti ad incarichi direttivi, illustrando il contenuto delle proposte direttamente al Ministro in incontri all’uopo organizzati.

Nel contempo, con riguardo alla proposta della quinta commissione relativa al conferimento dell’incarico di Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Genova il ministro, che ha espresso il proprio concerto in merito ai colleghi FRANCESCO LALLA, ANTONIO SIMONE e ALFREDO ROSSINI, si è riservato di valutare la posizione del dott.BRUNO TINTI, con riferimento ad un articolo-saggio “…contenente apprezzamenti denigratori nei confronti del Governo in carica…”.



NONA COMMISSIONE

Per la data del 4 aprile a Roma è previsto l'annuale incontro tra tutti i referenti distrettuali per l'informatica.

Share